GothW

Episode 11

Prophecyze Me pt. 2

Una lieve brezza proveniente da un punto alle loro spalle scioglie Alexis e Rebecca dal loro abbraccio, solo per scoprire che ci sono altre presenze nella stanza: Geneviève, bellissima nel suo mantello rosso, con al seguito tre figure incappucciate avvolte in mantelli candidi come la neve. Alexis si ritrae, mentre Rebecca, imbracciando il fucile, si interpone tra il suo bis-bis-nonno e la sua nemesi. Geneviève ordina ai suoi seguaci di attaccare, e due di loro si buttano su un per niente arrendevole Curunìr, il quale, dopo aver cercato invano di difendersi, viene ammanettato con degli speciali braccialetti che ne bloccano la magia. Rapido, Alexis si lancia su uno degli aggressori azzannandolo e attaccandolo al muro. Nella furia della lotta, il cappuccio dell’uomo cade rivelando il volto di Thomas, facendo infuriare Alexis. Rebecca nel frattempo spara al secondo aggressore, che finisce a terra privo di sensi. A questo punto Geneviève decide di giocare il suo asso nella manica, faendo cenno all’ultimo dei suoi servitori di farsi avanti. La figura obbedisce, poi, togliendosi il cappuccio, rivela il suo volto: capelli neri, lineamenti allungati e occhi verdi come il mare… la somiglianza con Alexis, occhi a parte, è impressionante. Isabelle, questo è il suo nome, afferma di essere l’unica figlia di Cassandra e di Alexis. Rebecca riconosce in lei sua nonna e la guarda rapita, mentre questa si dirige a passi incerti verso di lei. Da sotto la tunica bianca, si scorge un barlume bluastro all’altezza del petto. Rebecca non reisce a credere che sua nonna sia un vampiro, per cui cerca di evocare una visione che le confermi o smentisca il fatto, scoprendo che è tutto vero.

Nel frattempo, Kaylee e Gawain si stanno dirigendo all’albergo dove si trova Merlino. Arrivati nell’atrio, Kaylee cerca di interrogare un fantasma e scopre in che stanza è alloggiato Merlino, ma nel farlo attira l’attenzione di due uomini con dei cappucci bianchi che li minacciano per farli uscire. Gawain, per niente intimorito, spezza ilo braccio di uno e li minaccia a sua volta, facendoli allontanare. Corrono poi, nonostante le resistenze di Gawain, verso un ascensore e, giunti al quinti piano, si imbattono proprio in Merlino che evidentemente aspettava il suo turno per scendere. Gawain lo inchioda alla parete con la sua spada e gli intima di parlare. Merlino, tra mille giri di parole, ammette che il suo scopo è di porre fine all’esistenza di Curunìr, ma non ne rivela il motivo. Quando poi Gawain è sul punto di perdere la pazienza, Merlino con una rapida magia si sottrae dalla sua presa e si porta alle spalle di Kaylee, il pugnale puntato alla gola della ragazza. Ordinando a Gawain di allontanarsi, lo deride e poi sparisce insieme a lei.

Mentre Isabelle cerca di spiegare le sue ragioni ad Alexis, accusandolo oltretutto di essere la causa della morte di Cassandra, Geneviève decide che è ora di battersela: lanciandosi su Curunìr, si prepara a portarlo via, ma Curunìr viene tratto in salvo dalla prontezza di riflessi di Rebecca. Sconftta, la vampira si trasforma in nebbiolina e fugge nella notte.

A qualche isolato di distanza, Gawain sta correndo come un pazzo incurante di tutto, macchine cose o persone, in direzione dell’albergo: deve chiamare gli altri per andare tutti insieme a cercare Kaylee.

La quale si ritrova, dopo qualche minuto di confusione, in uno spiazzo aperto a nord-est di Los Angeles, al centro di quella che sembra essere una nuova Stonehenge. Merlino è accanto a lei, mentre in lontananza una figura gigantesca che sembra essere fatta di pietra solleva dei megaliti e li posiziona in cerchio. Kaylee si sintonizza con la mente di Alexis per fargli sapere dove si trova, ma quando cerca di comunicare qualcosa in più di questo Merlino si accorge della magia e le si avventa contro. A Kaylee viene un’idea per cogliere due piccioni con una fava: provoca Merlino fino a farlo infuriare e a farsi risucchiare da lui tutto il suo potere magico. Non potrà più vedere i fantasmi, ma forse ora Gawain potrà perdonarla… Mentre perde i sensi, coglie un movimento con la coda dell’occhio, una nebbiolina che magicamente diventa donna, e parla con la stessa voce che ha udito prima nella sua testa.

Gawain arriva trafelato in albergo e le spiegazioni reciproche conducono Rebecca e Thomas ad accapigliarsi. Alexis interviene per separarli, convincendo tutti i presenti che la cosa milgiore da fare è andare a fermare Merlino e salvare Kaylee. Curunìr rivela che per uccidere Merlino è necessario distruggere i tre sigilii in cui ha intrappolato parte del suo potere, ma attualmente ne possiedono solo due… Alexis allora effettua un rituale magico utilizzando i due amuleti nella speranza di trovare il terzo, ed effettivamente ci riesce: il bagliore che proveniva da sotto la tunica di Isabelle è proprio il terzo medaglione. Come fare per distruggerli? Rebecca sa che, se utilizza gli altri come amplificatori della sua magia, forse in qualche ora potrebbe essere in grado di spezzarli e liberare il potere intrappolato in essi, ma Curunìr fa notare che lui da solo potrebbe farcela in molto meno. Dopo lunghe esitazioni, i tre decidono infine di liberare Curunìr dai suoi vincoli magici e di lasciarlo compiere il rito, confidando nel fatto che abbia cara la sua stessa pelle. Loro si dirigono invece in armeria per prepararsi allo scontro finale.

Comments

Valentina Valentina

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.