GothW

Episode 7

Follow your Instincts

Dopo le rocambolesche vicende degli ultimi giorni, finalmente i nostri cacciatori hanno un po’ di respiro. Rebecca ne approfitta per attrezzare meglio la sua armeria, mentre Kaylee decide di approfondire la sua conoscenza con l’inquilino della stanza n° 13, scoprendo un libro segretissimo che parla di evocazioni di diavoli, tra cui il potentissimo Amhaleck… o almeno è quello che le viene detto, del libro non ci capisce niente visto che è scritto in Aramaico. Ed ecco che viene convocato l’esperto massimo di lingue antiche, il nobile Ser Gawain, il quale certo, capisce tutto quello che c’è scritto, ma si rifiuta categoricamente di tradurlo per la sua amica. Anche Rebecca, giunta a dare manforte, sconsiglia vivamente a Kaylee di proseguire nel suo intento di legare a sè il demone per poterlo controllare, e chissà, magari uccidere una volta per tutte. Circondata, Kaylee si arrende e lascia la stanza.

Alexis in vece è andato a trovare il suo vecchio amico della rivoluzione francese, il vampiro Thomas, per chiedere notizie di Geneviève. L’amico risponde di aver già tentao di avvisarlo, ma di non essere stato ascoltato. In cambio della promessa di poter rivedere kaylee, Thomas racconta al suo amico di come Geneviève sia tornata a Los Angeles per un motivo ben preciso: l’evocazione di uno spirito molto, molto potente. E quando si tratta di potere, lei non si tira mai indeitro, soprattutto quando pregusta la sua fetta…

Fedele alla parola data, Alexis porta Thomas all’hotel, dove Kaylee siede di sotto da sola, rimuginando. Thomas non perde un secondo e va subito da lei, appoggiadole il braccio sulle spalle. Alexis fa per protestare, ma il campanello suona e lui va ad aprire: Faith, con gli occhi rossi e il volto preoccupato, chiede di potergli parlare a quattr’occhi. Alexis senza pensarci due volte la conduce al parco lì vicino e ascolta la ragazza dirgli che lei non ha un’anima perché è stata creata in un laboratorio tre anni prima. Alexis tra l’incredulo e il preoccupato decide di correre a trovare Monsignor Benedict in cerca di spiegazioni.

Kaylee e Thomas, rimasti soli, si ritrovano a parlare di come decifrare il libro in aramaico. Thomas promette a Kaylee di aiutarla ad evocare Amhaleck, in cambio le chiede solo di poter trascorrere più tempo con lei. Poi Thomas la invita alla sua villa di Holliwood, e la ragazza accetta, seguendolo nella sua auto super-sportiva e lussuosa.

Nel frattempo Rebecca si reca dal suo vecchio amico Micheal per ottenere informazioni sul libro e su Amhaleck. Michael, appena saputo dell’esistenza di un simile libro, chiede a Rebecca di condividerlo con lui, o almeno di farglielo vedere. Rebecca si rifiuta e lascia la stanza come un fulmine, non vuole avere niente a che fare con gente del genere. Da lì a poco però scoprirà che Micheal ha tutt’altro che chiuso con lei: un motociclista la sta aspettando sotto casa per spiare i suoi movimenti. Rebecca, senza esitare, gli si fa incontro e, quando questo comncia a darsela a gambe, si getta al suo inseguimento e quando infine lo cattura gli intima di smetterla e di far sapere a Micheal che tutta quell’attenzione nei suoi riguardi non è per niente gradita.

Ser Gawain, preso possesso del libro, va in cerca di consiglio alla Chiesa di San Sebastiano, sperando però di evitare Monsignor Benedict. Introdotto nell’androne da Don Carlos, chiede di Padre Harper, al quale di lì a poco viene introdotto. Esponendo il suo problema Ser Gawain mostra il libro al prete, il quale gli consiglia di distruggerlo immediatamente. Poi, in risposta alla richiesta di aiuto del nobile viaggiatore del tempo, lo conduce ancora una volta nella sezione proibita della biblioteca per mostrargli un libro contenente il rituale per sconfiggere Amhaleck una volta per tutte. Il rituale richiede l’evocazione del demone in un luogo sacro predisposto alla presenza di cinquanta fedeli. Le preghiere congiunte e continuate di tutti gli astanti indeboliranno e infine annienteranno l’orrido Diavolo della Vendetta. Gawain ringrazia e, prima di andarsene cerca Hope per vedere come se la passa… sfortunatamente il ragazzo è proprio in compagnia di Monsignor Benedict, il quale non si fa scappare l’occasione per chiedere a Gawain di parlare in privato. Gawain non è molto per la quale, ma quando sente parlare di una Profezia e di strani fatti in apparenza correlati cede alle insistenze e chiede al padre di fargli quelle strane copie divine di tutta la documentazione raccolta. Prima di uscire lancia uno sguardo al caminetto, poi estrae il libro dalla tasca e lo butta nelle fiamme, assicurandosi che non ne rimanga nemmeno un frammento leggibile. Poi lascia la Chiesa e torna all’hotel.

Poco tempo dopo, Alexis e Faith arrivano alla porta della Chiesa, bussano ma nessuno apre. Alexis, incuriosito dalla stranezza della cosa, erca di sbirciare dalla finestra e intravede un corpo steso a terra in un lago di sangue.

Comments

Valentina Valentina

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.