GothW

Episode 5

The Burning side of L.A. (pt. 1)

Al loro ritorno da Grffith Park, i cacciatori trovano ad aspettarli davanti alla portaMonsignor Benedict e un ragazzo molto giovane che non hanno mai visto. Mentre Gawain saluta velocemente e si infila in camera sua a velocità supersonica e Rebecca, inforcata la moto, va a sbollire chissà dove, gli altri due si trovano a dover fare buon viso a cattivo gioco, e infine accolgono nel loro hotel il Reverendo che si è autoinvitato per cena. Kaylee si occupa dei fornelli, Alexis fa gli onori di casa intrattenendo gli ospiti. Quando poi il Monsignore si accorge che il vampiro riporta numerose e profonde ferite, si offre di aiutarlo: Alexis, aprendo il suo cuore al reverendo e rispondendo con sinceritàa alle sue domande, vede le sue ferite rimarginarsi perfettamente sotto il suo tocco, lasciando però una specie di segno a forma di croce sulla scapola sinistra.
Alexis decide poi di scendere in cantina per assecondare la richiesta di un buon vino da parte del loro ospite, ma appena entrato si trova di fronte una brutta sorpresa: nel centro della cantina sorge un ovale di fuoco crepitante, attraverso il quale gli sembra di scorgere delle forme indistinte. Nel frattempo Rebecca è tornata e scende anche lei a controllare, e in breve anche tutti gli altri fanno la loro comparsa, chiedendosi cosa sia questa inquietante novità. Mentre il Monsignore si avvicina ad esaminare il cerchio di fiamme, Edward lo fa inciampare e finire dritto dritto in quello che si rivela essere un portale. Senza perdere tempo tutti gli altri si affrettano a seguirlo per cercare di salvarlo, trovandosi in quella che sembra essere la stessa cantina ma le cui pareti sono fatte di fuoco crepitante.
Rebecca, che arriva per prima, scorge seduto su una sedia la figura di suo padre che si tiene la testa tra le mani, sembra disperato. Quando lei si avvicina lui si alza e, andandole incontro, la implora di perdonarlo. La ragazza, sconvolta, indietreggia incapace di fare alcunché, poi, man mano che l’altro si avvicina, capisce che l’unico modo per salvarsi è di lasciare andare l’odio che prova per suo padre. Il perdono è ancora lontano, ma liberandosi dei sentimenti negativi, sotto i suoi occhi l’immagine di suo padre si dissolve: un’esalazione va verso l’alto, uscendo dal soffitto, mentre il resto diventauna fiamma che si estende fino a diventare un essere umanoide fatto completamente di fuoco. In quel momento spuntano Gawain e Alexis, che aiutano Rebecca a sconfiggere sia quell’essere che gli altri due che spuntano di lì a poco. Solo in seguito al combattimento si rendono conto che manca qualcuno all’appello…

Kaylee, nel momento in cui si appresta ad attraversare il portale, viene afferrata da una gigantesca mano nera per riemergere in quello che sembra essere un enorme teatro circolare dalle pareti di fuoco. Qui una figura che sembra fatta di metallo liquido, sul cui volto non vi è nient’altro che un bianco, inquietante sorriso, la tratta come se la conoscesse, e soprattutto reclama l’anima di Edward come sua di diritto. In seguito, Kaylee viene a sapere che la sua nascita è avvenuta durante un rito satanico che ha evocato Edward nel loro mondo. Mentre il mostro cerca di convincerla a passare dalla sua parte, Kaylee con un incantesimo lo imprigiona e fugge dal teatro. Si ritrova nel corrispettivo infuocato delle strade di Los Angeles, all’uscita dell’Angelus Temple… che in questa dimensione ha invece il nome di Diabolus Temple. Correndo verso l’hotel per cercare gli altri, si imbatte in un ragazzo coreano che le chiede aiuto. Kaylee gli dice di seguirla e che insieme troveranno la via d’uscita.

Mentre gli altri stanno decidendo sul da farsi, intravedono dalla porta della cantina una ragazza che scappa nel corridoio. Decidono di inseguirla, rincorrendola per le vie di Los Angeles crepitanti di fiamme, finché, girato un angolo, si ritrovano in un vicolo… ma della ragazza non c’è traccia. Girandosi nella direzione da cui sono venuti, la vedono lì che blocca l’uscita. Con un ghigno la ragazza evoca due essere fiammeggianti, che avanzano minacciosi in direzione dei cacciatori.

Comments

Valentina Valentina

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.