GothW

Episode 4
The Big Hunt (pt. 2)

Mentre sotto gli occhi di Gawain e Rebecca il ragazzo si riprende a vista d’occhio, la dottoressa Kerry Becks, ex-psicoterapeuta del gruppo, fa il suo ingresso nella sala. Sbalordita nel trovare lì i suoi ex assistiti, li tempesta di domande e intima loro di riportare il “soggetto” nella sua cella. Ma quest’ultimo non è d’accordo e, ormai perfettamente ripresosi, racconta trepidante la sua storia: si chiama Derek ed è un lupo mannaro, è stato rapito qualche settimana prima ed è stato attaccato al macchinario che, prelevando il suo sangue, lo compatta e ne estrae il Siero del Lupo. Racconta poi di come sua sorella Audrey, cercando di salvarlo, sia stata catturata e utilizzata come cavia, trasformandosi in un Loup Garou, ovvero una specie di Lupo Mannaro che cambia forma a volontà ed è completamente asservito al suo creatore. Per quanto Derek detesti l’idea, chiede ai Cacciatori di cercarla e ucciderla con l’antidoto sperimentale che i medici stanno mettendo a punto. Oppure… oppure di riportarla nel laboratorio ed attaccarla al macchinario, nella speranza che risucchiando il suo sangue rimuova ogni traccia del Siero da lei.

Alexis e Kaylee, ripercorrendo la strada a ritroso, si ricongiungono ai compagni in tempo per ascoltare il racconto di Derek e decidono di aiutarlo, al che la dottoressa Becks si avvicina di soppiatto e pianta una siringa di calmante nella schiena di Alexis. Imbracciate le armi, gli altri cercano di fermarla ma lei riesce a scappare lanciando un lacrimogeno nella stanza. Kaylee chiede l’aiuto di Edward per rimuovere il calmante dal corpo di Alexis, ma lui in cambio le chiede di non parlare col vampiro per il resto della giornata.

Tornati nell’albergo, i nostri cercano di riorganizzarsi. Gawain si reca presso la chiesa gotica in fondo alla strada, presentandosi da monsignor Benedict in cerca di informazioni. In cambio della promessa di un invito a cena, Gawain viene condotto nella sezione priobita della biblioteca parrocchiale, scoprendo un vecchio volume sui Loup Garou e la loro creazione scritto da una certa Geneviève Blanche. Nel frattempo, Rebecca scende in cantina e scopre la chiave di Re Salamone tatuata nel pavimento. Compie un rituale per capire cosa sia successo e vede due ragazzi coreani apparire dalla chiave e guardarsi intorno, per poi sparire nuovamente da dove sono arrivati. Nonostante si trattasse solo di una visione del passato, l’effetto sulla mente di Rebecca è troppo forte, e lei sviene sul pavimento.
Intanto Kaylee vaga per l’ hotel cercando modi per non parlare ad Alexis, il quale comincia ad essere perplesso per via del comportamento dell’amica. Decide quindi di cercare di sintonizzarsi con il mostro, visualizzando le sue prossime vittime: una coppia di ragazzi imboscati in macchina in una stradina secondaria di Griffith Park.
Infine Rebecca viene finalmente trovata e fatta rinvenire, poi, dopo essere stata aggioranta sui fatti decide di seguire Kaylee sul luogo del futuro attacco precedendo gli altri.

Gawain ritorna all’hotel con i componenti dell’antidoto e la fotocopia del foglio manoscritto del manuale. Ad Alexis basta uno sguardo per riconoscere la grafìa: è quindi vero, lei è ancora viva da qualche parte. Ma non hanno tempo di rimuginare: accompagnati da Faith e Derek, raggiungono in tutta fretta le altre.

Kaylee e Rebecca nel frattempo hanno convinto “con le buone” la coppietta a sloggiare, e ora attendono acquattate l’arrivo del mostro. Quando infine gli altri due le raggiungono, è ora di dare inizio alla caccia: tutti insieme si inoltrano nel bosco che si infittisce di ombre. Improvvisamente, Alexis ode una risata familiare… si gira e gli sembra di scorgere la figura di Cassandra che corre tra gli alberi. Impulsivamente la segue correndo, chiamandola a gran voce e cercando a tutti i costi di raggiungerla, ma quando riesce ad afferrarle una spalla e a farla voltare, si ritrova davanti il volto esangue di quello che ha tutto l’aspetto di essere un cadavere. Rebecca, quando vede Alexis inoltrarsi da solo, fa per seguirlo, ma poi scorge una figura ammantata di nero completamente in ombra, solo il suo sorriso è visibile… Senza pensare alle conseguenze, imbraccia la sua arma e tempesta la sagoma di colpi, convinta di trovarsi davanti al suo nemico mortale. Il corpo cade a terra esangue, ma quando Rebecca si avvicina e lo rivolta con un piede si accorge che il cadavere che giace a terra è quello di sua madre. Rimasti da soli, Kaylee e Gawain si stringono per mano, mentre ciascuno di loro vede immagini ingannevoli: Kaylee vede Alexis avvicinarsi a lei e stringerla in un abbraccio, Gawain invece vede i suoi ex-fedelissimi soldati che si inchinano al suo cospetto. Rimanendo vicini riescono però a non smarrirsi nel bosco… quando una raffica di colpi attira la loro attenzione.

Sotto lo sguardo inorridito di Alexis, Cassandra svanisce lasciando il posto ad una immagine che pensava di non vedere mai più: a poca distanza da lui, Geneviève lo guarda con aria beffarda, e accanto a lei un immenso lupo dal pelo fulvo annusa l’aria, impaziente. Aizzando il lupo contro Alexis, Geneviève fa la sua uscita di scena, scomparendo nella notte. Rebecca si riprende dalla sua fantasia giusto in tempo per vedere l’immenso lupo rosso scagliarsi contro il vampiro, prende la mira e spara al mostro senza esitazione. Non riesce ad evitare che Alexis venga brutalmente ferito ad una spalla, ma il lupo viene preso alla sprovvista, scartando di lato e permettendo ad Alexis di arretrare e prepararsi ad un secondo attacco. Kaylee e Gawain, attirate dagli spari, emergono dalla boscaglia e tutti insieme effettuano un rituale per imprigionare il lupo. Proprio mentre Rebecca si china sul mostro per finirlo, Derek arriva trafelato: “presto, portiamola al macchinario!”

Ed eccoli tutti lì, nel laboratorio, chi più convinto e chi meno, a guardare il lupo che pian piano ritorna ad essere ragazza sotto lo sguardo apprensivo del fratello. Non le rimane più tanto sangue, per cui si rende necessaria una trasfusione, ma ora che la ragazza riposa tranquilla sembra tutto sistemato…
Kaylee, senza dire una parola, si avvicina ad Alexis, gli posa una mano sulla spalla ferita, poi, mentre i lembi di pelle squarciata si saldano di nuovo perfettamente, perde i sensi tra le braccia del vampiro.

View
Episode 3
The Big Hunt (pt. 1)

Il giornale del mattino porta notizie inquietanti: a quanto pare il dr. Heller, fondatore e responsabile del USR Program, è stato ritrovato senza vita a Griffith Park. I cacciatori accorrono sul luogo e trovano, oltre ad alcune volanti della polizia di ritorno dall’ispezione, due ranger del parco intenti a sfollare i barboni curiosi.
Mentre Alexis distrae i due ranger, Gawain cerca di avvicinarsi di soppiatto al sito, ma scivola malamente causando una mini valanga che seppellisce parzialmente la scena del delitto. Indagando nella zona, scopre di non essere solo: una cacciatrice si trova già lì per indagare a sua volta sugli strani eventi. Raggiunto poi da Alexis, insieme trovano delle tracce di un grosso animale che provengono da sud.
Nel frattempo, Kaylee e Rebecca interrogano i barboni e ne convincono uno a farsi dare maggiori informazioni, seducendolo. Il barbone si fa seguire fino ad una capanna immersa nel bosco, poi chiama un suo amico e spera di dare così inizio alle danze… solo per trovarsi la pistola di Rebecca puntata in mezzo alle gambe. Sconfitta la riottosità iniziale, le due ragazze riescono a farsi raccontare dai barboni quello che vogliono sapere: la notte scorsa si sono udite urla disumane, poi dei passi in fuga verso nord-est. Tornate al sito, si ricongiungono con Gawain e Alexis.

Gawain parte in quarta a seguire la sua pista, ovvero le orme all’indietro, e Rebecca decide di andare con lui. Nel giro di mezz’ora si ritrovano davanti ad un complesso di edifici mezzo ricoperto di rampicanti, entrano e scoprono una specie di laboratorio disabitato. Gawain, indagando, inciampa in una botola e finisce in una stanza in cui un uomo agonizzante è attaccato ad un misterioso macchinario che sembra risucchiargli il sangue dalle vene.

Nel frattempo, Kaylee trova nel parco giochi il fantasma di una bambina, per parlare con il quale Edward avanza una delle sue richieste… Mentre Alexis e Faith si allontanano (e non senza fatica da parte del vampiro), Kaylee si fa legare al castello di legno per un giochetto strano. Poi finalmente può parlare con la bambina, e scopre che la notte scorsa un grosso lupo dal pelo fulvo è passato di lì e poi è corso via.

Nel frattempo, Rebecca ha raggiunto Gawain e insieme staccano il ragazzo dal macchinario. Ancora sotto chock, non è in grado di fornire spiegazioni. Almeno per il momento.

View
Breaking News

article.png

View
Episode 2
Good Night, Hunters! (pt. 2)

Rebecca sfodera un largo sorriso: “Oh, non vi preoccupate, andate pure voi due… Io me ne starò qui buona buona, così potrete stare tranquilli!”
Le parole convincono Glenda, la quale, preso Gawain sotto braccio, lo conduce nella sala principale della discoteca. Gawain, facendo leva sul proprio fascino, seduce la barista e cerca di farsi dare più informazioni possibili, scoprendo di come il locale sia stato da poco acquisito da Keyra Kam in circostanze quantomeno sospette. Nel frattempo Rebecca decide di liberarsi dei due buttafuori, causando un bel tafferuglio che attira l’attenzione di Gawain e Glenda, i quali si precipitano nello stanzino giusto in tempo per vedere Rebecca che tiene in ostaggio uno dei due mentre l’altro le sta puntando contro la pistola. Gawain approfittando dell’attimo colpisce l’uomo armato con l’impgnatura della sua ascia e questi cade a terra, svenuto.

Nel frattempo, Kaylee e Alexis, di ritorno dall’obitorio, fanno congetture e progettano le prossime mosse. Un gesto di affetto da parte di Alexis nei confronti della sua giovane protetta suscita un moto di rabbia in Edward, che ricompensa Kaylee con un’occhiataccia. Ad attenderli nel vicolo dietro al locale una porta sfondata e rumori di lotta. Senza perdere un secondo si precipitano dentro, solo per ritrovarsi di fronte a Rebecca e Gawain che tengono in scacco le due guardie. Alexis cerca di calmare le acque con Glenda usando le sue capacità di controllo mentale, nel frattempo Kaylee, attraverso Edward, cerca di sintonizzarsi con la mente del mostro. Un incolmabile senso di fame la pervade mentre, con gli occhi della creatura, vede distintamente le sue prossime vittime. Si tratta di una coppia di ragazzi giovani che ballano in modo sensuale guardandosi fissi negli occhi. E ora anche lei li desidera…
Fornendo la loro descrizione a Glenda, Kaylee scopre che si tratta id Corinne e Alejandro, due frequentatori del locale che di recente si sono messi insieme e trascorrono spesso le loro serate in pista.
Dopo aver “convinto” i due buttafuori a levarsi di torno, la scena si sposta di nuovo all’obitorio, dove l’inserviente sta fornendo una descrizione di Alexis e Kaylee ad una misteriosa figura di spalle.
A questo punto il gruppo decide di spostare le ricerche nella biblioteca della zona.

Dopo qualche ora di ricerca febbrile, Kaylee trova ciò che stava cercando: tutte le informazioni in loro possesso sembrano suggerire che si trovano davanti ad una Succube. Quando Rebecca, che era rimasta ad attendere fuori, scopre che si tratta di un demone, sa cosa deve fare: corre all’albergo e comincia a rovistare tra le cose di Micheal… e infine eccolo lì, il vecchio libro di evocazioni, lo stesso che aveva utilizzato per richiamare Amhaleck. E insieme al rituale di evocazione, scopre come sconfiggere l’orrenda creatura: acqua santa, oggetti sacri o semplicemente il lasciarla morire di fame. frattempo

I cacciatori decidono di compiere il rituale di evocazione, per effettuare il quale decidono di dividersi: mentre Alexis si recherà al macello per procurarsi il sangue di un innocente (in questo caso un tenero agnellino), Gawain farà scorta di acqua santa alla chiesa di quartiere e Kaylee comprerà degli spruzzini da usare come armi contro il mostro. Rebecca, intanto, si mette all’opera disegnando in terra il cerchio di evocazione, setacciando la propria memoria in cerca di ricordi… se non sbaglia, le Succubi hanno il potere di controllare la mente, per cui sarà meglio evitare ogni tipo di interazione con lei.
Quando infine tutti tornano, è tempo di compiere il rituale: spargono il sangue, recitando le antiche parole, e sotto i loro occhi, in un’incredibile vampata di fuoco, compare una bellissima donna dai capelli rossi: è proprio lei, Keyra Kam, la nuova proprietaria del Vampire’s Kiss. Alexis, che si è tenuto pronto, subito spruzza l’acqua santa in direzione della donna, la quale emette un urlo stridulo, disumano, e sotto i loro occhi assume le sue vere sembianze: nere ali da pippistrello si spiegano alle sue spalle, corna appuntite e terribili artigli fanno la loro comparsa mentre le pupille da tonde e nere diventano verticali e terribili. Inizia una lotta furiosa, che tra vampate di fuoco, attacchi alle spalle e risucchi di energia, culmina infine nella sconfitta dell’orrendo demone, il quale scompare nella stessa vampata da cui era venuto, mentre un urlo stridulo echeggia nella stanza.

Quale modo migliore di festeggiare se non al Vampire’s Kiss? Gawain, con il biglietto da visita di Glenda, riesce ad entrare per primo e a convincere la bella barista ad unirsi a lui sulla pista da ballo. Gli altri giungono qualche minuto dopo, e mentre Kaylee, localizzati Corinne e Alejandro, si mette a ballare con loro, Alexis e Rebecca si dirigono al bancone del bar e brindano al loro primo incarico andato a buon fine. Dal centro della pista,Eric Gray li scorge e alza il suo bicchiere nella loro direzione, sul volto il sorriso un po’ triste di chi, comunque, deve andare avanti.

View
Episode 1
Good Night, Hunters! (pt. 1)

Un nuovo giorno in L.A. trova i cacciatori nella nuova sede della Eye of the Dead Moon investigations, quando inaspettatamente il campanello fa qualcosa che capita davvero di rado… suona.
Alexis, piacevolmente sorpreso, si affretta ad aprire la porta, trovandosi di fronte un ragazzo dall’aria sconvolta. Questi si presenta come Eric Gray e spiega di come si stia rivolgendo a loro dopo essersi visto sbattere la porta in faccia dalla polizia. Alexis lo prega di accomodarsi e il ragazzo entra, sotto lo sguardo indagatore di Ser Gawain e una pigra occhiata da parte di Kaylee, semi-sdraiata sul divano. Rebecca, intenta a fumare una sigaretta di fronte alla finestra, non mostra quasi alcun segno di interesse nei confronti del nuovo arrivato.
Eric racconta la storia di come la notte precedente il suo amico Tony Adams sia stato ritrovato morto nel vicolo retroastante il famoso locale The Vampire’s Kiss. I cacciatori, dopo averlo rassicurato sul fatto che credono alla sua storia, si recano immediatamente sul luogo ad indagare.

Sotto una fitta pioggerellina, i cacciatori esaminano la sagoma bianca disegnata per terra, che sbiadisce a vista d’occhio mentre il gesso si mescola con l’acqua. Il ragazzo giaceva a terra prono, una mano tesa in avanti come ad afferrare qualcosa. Kaylee, giocherellando con l’anello di Edward, inizia a cercare indizi su cosa possa mai essere successo a Tony. Il fantasma di un barbone che vive – o meglio viveva – lì racconta di aver visto il ragazzo uscire dalla porta in preda al panico, come se stesse fuggendo da qualcosa, per poi subito dopo iniziare ad avvizzire, stramazzando infine al suolo. Kaylee percepisce anche tracce di qualcosa di inumano, di non appartenete a questo mondo, che sono rimaste in qualche modo ancorate al povero ragazzo e ora aleggiano nel vicolo.

Esaminando la porta da cui è uscito Tony, i cacciatori scoprono che si tratta di un’uscita anti-incendio del Vampire’s Kiss, che può essere aperta solo dall’interno. Dal momento che il locale è ancora chiuso (è mattina inoltrata), decidono di dividersi: Gawain e Rebecca cercheranno di entrare dalla porta, mentre Kaylee ed Alexis andranno a cercare di esaminare il cadavere di Tony all’obitorio.

Ser Gawain sfodera la sua ascia e la abbatte con violenza sulla porta, aiutato da Rebecca e dal calcio del suo fido fucile. Dall’altra parte trovano ad attenderli una donna, per niente contenta della violazione di una proprietà privata. Alla minaccia di Rebecca, entrano in scena due buttafuori del locale, che disarmano e immobilizzano la giovane cacciatrice. Nel frattempo Gawain cerca di convincere la donna con le buone a fargli dare un’occhiata all’interno, ma questa non sembra convinta… tutti gli occhi sono su Rebecca, in attesa di una sua reazione…

Nel frattempo Kaylee e Alexis giungono all’obitorio. Sfruttando le sue doti di dominazione mentale, Alexis convince la receptionist a lasciarli entrare senza fare domande, quindi localizzano la stanza in cui giace Tony e vi si dirigono. All’interno c’è solo un inserviente che pulisce per terra, rivolgendo di tanto in tanto un’occhiata sospettosa ai due. Alexis riesce a convincerlo con le buone a lasciare la stanza, ma sa di non essersi liberato di lui definitivamente… Intanto Kaylee si avvicina al cadavere del giovane, sollevando il telo che lo ricopre. Lo spirito del giovane ha ormai lasciato il corpo, ma Edward sa come richiamarlo… A patto che Kaylee lo faccia divertire un po’. Ed è così che, dopo aver chiesto ad Alexis di lasciare la stanza, la giovane cacciatrice sale a cavalcioni del cadavere e soddisfa le fantasie perverse del suo amico incorporeo, il quale infine mantiene la sua parte di impegno e richiama lo spirito. Il ragazzo, interrogato da Kaylee, rivela di essere stato ucciso da un essere che si fungeva una donna ma che in realtà gli stava sottraendo l’energia vitale attraverso il contatto intimo.

View
In esclusiva, l'intervista a Ser Gawain

Di ritorno dal passato: Ser Gawain il Sanguinario

Trucidava demoni, streghe e druidi malvagi per conto di re Artù

Artù stava cambiando la religione da pagana a cristiana: “Stavamo solo sistemando il Diavolo… è l’altra faccia della medaglia” dichiara il Sanguinario (foto) con aria casuale, “il lato oscuro di re Artù. E Merlino ha nascosto tutto.”
Per la Storia era il Sanguinario a causa delle innumerevoli battaglie che l’hanno visto protagonista, ma i demoni non sono della stessa opinione. “Certo è solo un umano, ma è meglio non farlo arrabbiare” dichiara l’arcidemone Aztaroth. Fonti attendibili indicano questo aspetto come “il lato oscuro dei Cavalieri”, che getta una nuova, inquietante luce sul cosiddetto “monarca ideale”, finora riconosciuto come uno dei più illuminati sovrani della Storia.

View

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.